Documento di Valutazione dei Rischi DVR metodologia standard o Co.Re.Co.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (D.V.R.) per la SALUTE E LA SICUREZZA DURANTE IL LAVORO redatto ai sensi degli artt.17, 28 comma 2 e 3 D.Lgs. 81/08 e s.m.i. oppure redatto ai sensi dell’art. 29 comma 6 con metodologia approvata dal Co.Re.Co. del Veneto del 12/2013 e s.m.i. fino a 50 lavoratori – obbligatorio dal 19/09/1999

Stesura del documento di Valutazione dei Rischi per la sicurezza e salute dei lavoratori durante il lavoro per la sede operativa indicata nell’offerta comprensivo di:

– relazione sulla valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute durante il lavoro, con specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;

– individuazione delle misure di prevenzione e protezione e dei dispositivi di protezione individuale;

– elaborazione del piano programmatico delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;

– schede specifiche per ogni reparto produttivo indicanti i rischi trasmissibili di natura impiantistico/ strutturale degli ambienti di lavoro;

– schede specifiche per ogni attività lavorativa indicanti i rischi di natura proprietaria relativi alle mansioni svolte dai lavoratori, comprensive di:

valutazione dei rischi relativi alla salute ed alla sicurezza per i lavoratori;
valutazione delle macchine ed attrezzature di lavoro, dei mezzi di trasporto e degli impianti con schede specifiche per ogni elemento;
valutazione della Movimentazione Manuale dei Carichi Valutazione derivante da azioni di sollevamento con metodologia NIOSH;
valutazione dei lavoratori individuati come Videoterminalisti;
– stesura del programma degli interventi di formazione, informazione ed addestramento;

– stesura dell’elenco dei Dispositivi di Protezione individuale (D.P.I.) che ciascun gruppo omogeneo di lavoratori deve indossare durante lo svolgimento delle loro attività;

– valutazione del superamento delle soglie di rischio oltre le quali è necessario la nomina di un Medico Competente (Medico del Lavoro);

– stesura delle misure organizzative;

In funzione della Valutazione del Rischio saranno individuati gli opportuni D.P.I. adatti per ciascuna mansione dei lavoratori.

Dalla stesura del Documento di Valutazione potrebbe emergere la presenza di altri fonti di rischio per i lavoratori che necessitano di nuove valutazioni specifiche approfondite (per esempio, valutazione dell’esposizione al rumore, a vibrazioni, ad agenti chimici, ad agenti cancerogeni, al rischio esplosione, ecc) che saranno oggetto di nuove offerte separate.

 

Se la valutazione dei rischi è relativa ad una sede produttiva aziendale in Regione Veneto, potrebbe essere redatto il documento di valutazione dei rischi aziendali per la Salute e Sicurezza durante il lavoro ai sensi dell’art. 29 comma 6 D.Lgs. 81/08 con metodologia Co.Re.Co. (approvata dal Comitato Regionale di Coordinamento delle attività di prevenzione e vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro del Veneto del dicembre 2012) che è conforme alle procedure standardizzate di cui al Decreto Interministeriale 30 novembre 2012, valida fino a 50 lavoratori senza limitazioni di comparti e di rischi.

 

 

Note: nella redazione del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi dell’art. 28 comma 2 e 3 del D.Lgs. 81/08 è esclusa la stesura di qualsiasi elenco delle prescrizioni inerenti la bonifica delle criticità individuate durante il sopralluogo che siano di tipo tecnico, strutturale, igienico, impiantistico, sicurezza macchine, organizzativo, formativo e documentale. Tale attività non è richiesta dall’art.28 in quanto non è lo scopo della redazione del Documento di Valutazione dei Rischi.

La stesura di un documento contenente l’elenco delle prescrizioni e inadempienze da disporre in azienda relative a strutture, impianti, macchine, ecc può essere redatto previo incarico distinto e diverso dall’attuale.

Codice: dvrdvrcoreco