• Viale Porta Adige, 5/C, 45100 Rovigo RO
  • Ufficio di Rovigo Tel. 0425.1885519 Ufficio di Padova Tel. 049.8594703

Dichiarazioni di conformità attività idraulica: chi firma?

Molti dei clienti che operano nel settore delle manutenzioni degli apparecchi a gas metano o gpl desiderano allacciare gli apparecchi all’impianto fisso dell’abitazione o dell’azienda dei loro clienti. Possono farlo se hanno i requisiti tecnici professionali richiesti dal DM 37/08 per richiedere la lettera E.
Tra i requisiti tecnico professionali previsti dal D.M. 37/08 che deve possedere il titolare della ditta individuale o il responsabile tecnico e socio di una società (di persone o di capitali) sono alternativamente i seguenti:
1. Diploma di laurea in materia tecnica specifica, conseguito presso una Università Statale o legalmente riconosciuta.
2. Le lauree quinquennali in Ingegneria, Fisica ed Architettura abilitano l’esercizio dell’attività impiantistica con riferimento a tutte le tipologie di impianto (lett. a, b, c, d, e, f, g) indipendentemente dal piano di studi adottato.
3. Diploma o qualifica conseguita al termine di scuola secondaria del secondo ciclo, presso un istituto statale o legalmente riconosciuto, con specializzazione relativa al settore delle attività, seguiti da un periodo di lavoro di almeno due anni continuativi alle dirette dipendenze di un’impresa del settore. Il periodo d’inserimento per l’attività di installazione di impianti idrici e sanitari (lett. d) è di un anno.
4. Titolo o attestato conseguito ai sensi della legislazione vigente, in materia di formazione professionale congiuntamente ad un periodo di lavoro di almeno quattro anni consecutivi alle dirette dipendenze nell’impresa del settore. Il periodo d’inserimento per l’attività di installazione di impianti idrici e sanitari (lett. d) è di due anni.
5. Prestazione lavorativa svolta, alle dirette dipendenze di un’impresa abilitata nel ramo di attività, per un periodo non inferiore a tre anni escluso quello computato ai fini dell’apprendistato e quello svolto con operario qualificato, in qualità di operaio installatore con qualifica di “specializzato” nelle attività di installazione, di trasformazione, di ampliamenti e di manutenzione degli impianti di cui all’art. 1.
6. Collaborazione tecnica continuativa nell’ambito di imprese abilitate del settore svolta dal titolare d’impresa o dal socio lavorante o da collaboratore familiare, per un periodo non inferiore a sei anni. Il periodo di collaborazione tecnica continuativa per l’attività di installazione di impianti idrici e sanitari è di 4 anni.
7. Avere esercitato professionalmente l’attività di impiantista, in qualità di titolare o socio partecipante al lavoro di impresa del settore (ancorchè non più operante) regolarmente iscritta all’Albo Imprese Artigiane o al Registro delle Ditte per una durata non inferiore ad un anno, nel periodo precedente il 13 marzo 1990 (L. 5 gennaio 1996, n. 25 art. 6).
Maggiori dettagli alla seguente pagina del sito della Camera di Commercio.
Inoltre nell’oggetto sociale della ditta deve essere indicata la realizzazione di impianti di adduzione gas.

Inserito da safetia / Posted on 26 Mar
  • gas, gpl, idraulica, impianti idrici, impianti sanitari, impianto a gas, ingegneria, installazione, manutenzione, sicurezza
  • Post Comments 0