VERIFICHE DELL’IMPIANTO DI TERRA DELL’IMPIANTO ELETTRICO

VERIFICHE DELL’IMPIANTO DI TERRA DELL’IMPIANTO ELETTRICO svolto da organismo notificato ai sensi del D.P.R. 461/01 – obbligatorio dal 2001

Gli impianti elettrici di tutti gli uffici e gli stabilimenti in cui sono presenti lavoratori e personale di vario genere sono soggetti alla verifica dell’impianto di messa a terra. Si fornirà il servizio mediante un ente abilitato dal Ministero delle Attività Produttive alla effettuazione delle verifiche periodiche e straordinarie per le seguenti aree di attività:

–      installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche;

–      impianti di messa a terra di impianti alimentati fino a 1000 V e oltre i 1000 V;

–      impianti elettrici collocati in luoghi di lavoro con pericolo di esplosione.

Le verifiche saranno eseguite da tecnici abilitati al Ministero e di notevole esperienza con il fine di accertare che l’impianto elettrico, per le sorgenti di rischio prima evidenziate, risponda alle norme di legge e alle norme tecniche (CEI) vigenti.

In particolare si procederà attraverso un esame a vista e attraverso delle prove dei dispositivi di protezione e delle misure in campo con strumenti sottoposti a taratura periodica.


Documentazione da fornire:

dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico ai sensi della Legge 46/90 o del D.M. 37/08 rilasciato dall’installatore degli impianti elettrici.

Nota:

per l’effettuazione della verifica il committente dovrà permettere ai tecnici l’accessibilità dei locali ed i mezzi necessari (scale, piattaforme, ecc) per raggiungere tutte le parti dell’impianto, ed eventualmente la presenza dell’elettricista che sia a conoscenza dello stato degli impianti.

Codice: impeletr